fbpx

NORVEGESE

Area Lingue Straniere

INTRODUZIONE

Il corso introduce in maniera progressiva all’apprendimento della lingua norvegese. Docenti qualificati e un metodo teorico/pratico favoriscono un apprendimento della lingua in modo graduale, dinamico e adeguato alle proprie esigenze. Il materiale didattico è sempre aggiornato e integrato con supporto di magazine, video, e-book e DVD. Questo metodo consente di mettere in pratica nella vita reale e nell’ambito lavorativo le nozioni acquisite, fin dalle prime lezioni.

Il norvegese. Dalle competenze elementari a quelle di livello intermedio!

ddd

OBIETTIVI

Il corso è strutturato per consentire a ciascun partecipante il raggiungimento di una conoscenza della lingua norvegese fino al livello desiderato, da quello base A1 al più avanzato C2. Ogni livello è pensato per soddisfare differenti necessità: da quelle di chi già utilizza o vuole utilizzare la lingua norvegese in ambito lavorativo, a quelle di colui che si reca nella nazione di lingua norvegese per turismo e svago, fino a quelle di chi intende lavorarci o trasferirsi.

ARGOMENTI

  • Presentare se stessi e le altre persone.
  • Fare ordinazioni al ristorante e nei locali.
  • Comprendere e comunicare brevi messaggi, telefonici o scritti.
  • Dire l’ora.
  • Fissare appuntamenti.
  • Chiedere indicazioni stradali.
  • Sbrigare piccole incombenze (farmacia, banca, polizia ecc.).
  • Comprendere brevi indicazioni espresse con chiarezza e lentamente.
  • Imparare i vocaboli e la fraseologia necessaria per comunicare le esigenze di base.
  • Apprendere i principali temi grammaticali.
  • Allenare la pronuncia, con il perfezionamento della riproduzione dei suoni più critici.
  • Esprimere e comprendere indicazioni e messaggi che riguardano la sfera personale, siano essi scambiati a livello interpersonale oppure durante una conversazione con più persone.
  • Raccontare di sé e del proprio lavoro.
  • Descrivere la famiglia e il proprio contesto di vita.
  • Parlare dei luoghi geografici.
  • Comunicare i propri stati emotivi e di salute.
  • Comprendere oralmente e approfondire la pronuncia della frase e la congiunzione dei suoni.
  • Sostenere conversazioni e comunicare a livello scritto in ambiente lavorativo, scolastico e sociale.
  • Prendere parte a conversazioni più impegnative, in relazione a temi noti o a interessi personali.
  • Raccontare fatti del passato.
  • Descrivere luoghi e persone.
  • Costruire frasi ben connesse in un discorso più ampio, comunicando desideri, ambizioni, sogni, speranze e scopi.
  • Scrivere lettere, che abbiano sia carattere personale, sia un taglio formale.
  • Compilare moduli e formulari.
  • Esporre le opinioni durante una discussione.
  • Comunicare i suoi gusti.
  • Raccontare i fatti salienti di una storia o di un film.
  • Seguire programmi radiofonici e televisivi di breve durata, come le notizie di cronaca, sul traffico o le previsioni del tempo.
  • Cominciare a saper distinguere il registro parlato e informale da quello più formale e scritto.
  • Approfondire la pronuncia per arrivare a comprendere gran parte dei colloqui tra persone madrelingua.
  • Seguire conversazioni e discorsi complessi, sia legati a fatti reali che a concetti astratti.
  • Esprimere opinioni e prendere parte a discussioni con un linguaggio naturale e fluente.
  • Seguire gran parte di programmi radiofonici e televisivi.
  • Leggere articoli e testi, anche lunghi, e che riportino fatti e opinioni su temi di rilevanza generale.
  • Leggere brevi racconti.
  • Affinare il registro e il vocabolario, per un’espressione più varia e precisa.
  • Scrivere testi argomentativi e lettere formali.
  • Prendere parte a una conversazione su fatti o temi anche non noti.
  • Pronunciare con chiarezza i suoni più ostici.
  • Comprendere le idee fondamentali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, comprese le discussioni tecniche nel proprio settore di specializzazione.
  • Interagire con relativa scioltezza e spontaneità, tanto che l’interazione con un parlante nativo si sviluppa senza eccessiva fatica e tensione.
  • Produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti.
  • Esprimere un’opinione su un argomento d’attualità, esponendo i pro e i contro delle diverse opzioni.
  • Comprendere un’ampia gamma di testi complessi e piuttosto lunghi, ricavandone anche il significato implicito.
  • Esprimersi in modo scorrevole e spontaneo, senza un eccessivo sforzo per cercare le parole.
  • Usare la lingua in modo flessibile ed efficace per scopi sociali, accademici e professionali.
  • Produrre testi chiari, ben strutturati e articolati su argomenti complessi, mostrando di saper controllare le strutture discorsive, i connettivi e i meccanismi di coesione.
  • Comprendere senza sforzo praticamente tutto ciò che ascolta o legge.
  • Riassumere informazioni tratte da diverse fonti, orali e scritte, ristrutturando in un testo coerente le argomentazioni e le parti informative.
  • Esprimersi spontaneamente, in modo molto scorrevole e preciso.
  • Comunicare distintamente delle sottili sfumature di significato, anche in situazioni piuttosto complesse.

I sei livelli di competenza (A1, A2, B1, B2, C1, C2) e i tre livelli intermedi (A2+, B1+, B2+) articolati nel QCER sono utilizzati in tutta Europa e in altri continenti come parametri per fornire agli insegnanti di lingua un modello di riferimento per la preparazione di materiali didattici e per la valutazione delle conoscenze linguistiche.

Le informazioni su tipologie e sedi dei corsi sono disponibili nella pagina dedicata:

ATTESTATI E CERTIFICAZIONI

Oltre agli attestati di partecipazione e ai certificati di apprendimento, FormadHoc conduce passo dopo passo gli studenti interessati a ottenere le certificazioni internazionali di lingua norvegese.
Il conseguimento di una certificazione internazionale è spesso una necessità imprescindibile per molti corsisti, sia per motivi di studio sia per necessità di lavoro. Per la lingua norvegese sono previsti due esami di certificazione, distinti nelle finalità:
• La Norskprøve consiste in un test orale e in uno scritto e serve a stabilire il livello di conoscenza linguistica del candidato. Non esiste promozione e neppure bocciatura, con l’esame il candidato viene solo sottoposto a valutazione del livello di conoscenza posseduto (A1, A2 o B1). È possibile sostenerlo più volte per raggiungere il livello desiderato ed è articolato in ascolto, comprensione, elaborazione scritta ed espressione orale.
• Il Bergenstest è invece l’esame che certifica il livello linguistico (B2-C1). L’esame possiede gli stessi contenuti della Norskprøve, ovviamente con una difficoltà maggiore e con una richiesta di padronanza linguistica più elevata.

HAI BISOGNO DI FINANZIARE LA FORMAZIONE?

ESPERIENZE DEI PARTECIPANTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

I corsi di norvegese di FormadHoc a Como e provincia